L’ispettore si fermò a mangiare

ispettoreMatera è in fermento. La città è interessata da qualche settimana da (stra)ordinari interventi di manutenzione, pulizia e decoro. Gli “ispettori europei” sono infatti arrivati in Italia per visitare (e valutare) le sei città candidate a capitale della cultura nel 2019.

Il giorno 7 ottobre si aggireranno anche per le strade della candidata lucana. Sotto esame in particolare si sentiranno le famiglie selezionate per ospitare a pranzo gli ispettori della commissione.

In questo breve sketch dal titolo “L’ispettore si fermò a mangiare” prodotto dal blog lucano “Hyperbros.com”, Antonio Andrisani e Donato Mola hanno provato ad entrare con l’obiettivo della telecamera nella casa di una di queste fortunate famiglie materane.

5 Comments

  1. Giovanni Caserta says:

    Bravo Antonio Andrisani, bravo Donato Mola, bravi tutti.Avete dimostrato come, nella vita, ci sono situazioni in cui non si sa più dov’è il comico e dov’è il tragico, dov’è il serio e dov’è il buffo. In quel momento non si sa più se il tragico è comico e se il comico è tragico. Al posto della comicità, allora, secondo Pitrandello, subentra l’umorismo. Bravi.

  2. GIAMPIERO DE MEO says:

    ESILARANTE semplicemente

  3. Nunzio Festa says:

    simpatico, molto. peccato che sia carico di tutta la banalità del migliore lino banfi, complimenti; e che arriva sempre dopo l’intuizione. b! Nunzio Festa

  4. Miryam says:

    Carina l’idea ma onestamente sono delusa da questo video. Questa famiglia materana è presentata come ignorante e grezza (le lingue, le buone maniere…). Per non parlare del gentile “ho sposato una cagna”. Non so, o non colgo l’ironia o questo video fa più del male che del bene.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: