Ragnatela Folk Fest. Il 17 e 18 Luglio a Matera

La quinta edizione del Ragnatela Folk Fest è stata presentata durante la conferenza stampa tenutasi questa mattina, giovedì 16 luglio, presso il Gahvè in Piazza San Giovanni, la stessa piazza che da cinque anni ospita il festival.

Il Ragnatela Folk Fest è l’evento di chiusura delle manifestazioni collaterali del cartellone dell’Associazione Maria SS. della Bruna che quest’anno ha offerto pieno sostegno all’iniziativa. Il Ragnatela Folk Fest si terrà venerdì 17 e sabato 18 luglio dalle 21 a mezzanotte in Piazza San Giovanni a Matera, e presenta anche quest’anno un solido cartellone che mette in vetrina il meglio della tradizione musicale popolare del Sud Italia. La realizzazione dell’evento è stata possibile anche grazie a contributi e sponsorizzazioni di numerose attività commerciali della Città dei Sassi.

Sul palco, nelle due giornate, si alterneranno diverse formazioni rappresentative di aree geografiche e musicali: ad aprire le danze, venerdì 17 luglio, ci penseranno i potentini Contrappunto, con un liscio adatto a tutte le età, a seguire le Ninfe della Tammorra dalla Campania e, in chiusura, i padroni di casa della Ragnatela Folk Band.

Sabato 18 luglio si riaprirà con gli Amarimai dalla zona del Pollino, Grosso e le Muse del Mediterraneo dalla Calabria e il finale a cura dei noti salentini Cavallo e Mascarimirì.

In entrambe le giornate i cambi palco saranno affidati alle esibizioni di diversi gruppi di ballo, tra cui uno espressione delle attività effettuate nel corso dell’anno dall’Associazione Ragnatela Folk, formato dai corsisti che ne hanno preso parte; un altro composto dalle insegnanti a cura di Maria Anna Nolè.

La ciliegina sulla torta e compimento di un percorso per l’Associazione Ragnatela Folk è rappresentata dalla pubblicazione del primo lavoro discografico della Ragnatela Folk Band, “’Na Uascèzz”, che sarà disponibile presso gli stand allestiti in piazza. A tal proposito, il Presidente dell’Associazione, Claudio Mola, ha dichiarato: “Il nostro primo album si compone di 14 tracce e il suo titolo è un’espressione dialettale che sta ad indicare una festa goliardica. Non è esattamente un disco di musica folk-popolare, ma presenta delle contaminazioni sonore dovute alla presenza di strumenti non strettamente “tradizionali”: strumenti a fiato, batteria, violino.

Abbiamo registrato questo disco nei Sassi di Matera, presso lo Studio Strada Recording di Angelo Cannarile e due delle tracce presenti nell’album sono già state utilizzate in due diverse compilation nazionali allegate a riviste come “Chi” e “Tv Sorrisi&Canzoni”.

La grafica del progetto è stata curata da Ego55 di Giovanni Andrulli e Nicola Petrillo con gli scatti di Photographicframe Art Studio di Giuseppe Manzi.

Sotto il palco, confermato lo scenario proposto nelle passate edizioni: stand gastronomici, artistici e un punto dedicato all’esposizione di strumenti musicali.

Anche quest’anno il Ragnatela Folk Fest sarà un evento green: grazie alla partnership con la rivista “Al Parco” sarà predisposto l’utilizzo di bicchieri e stoviglie riutilizzabili, stampe su carta a marchio FSC o riciclata. L’intero evento avrà dunque il minimo impatto ambientale.

Il Ragnatela Folk Fest sarà trasmesso in diretta streaming su sul sito ufficiale del Fest www.ragnatelafolkfest.it ma ci saranno altre “antenne digitali” come www.hyperbros.com e www.sassilive.it. I contributi realizzati saranno trasmessi nei giorni successivi su TrmArt, canale 602 della Basilicata e canale 638 della Puglia.


Blogger, musicante, lettore, disegnatore e giornalista digitale (in erba).

Leave a Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: