19 C
Rome
mercoledì, Luglio 24, 2024

Correlati

Conferenza stampa di fine anno della presidente Meloni

La presidente del Consiglio, Giorgia Meloni in conferenza stampa precedentemente rimandata due volte a causa di motivi di salute

Il presidente dell’Ordine dei Giornalisti, Carlo Bartoli, ha esordito evidenziando l’assenza di alcuni membri della Fnsi (Federazione Nazionale Stampa Italiana) in segno di protesta. Bartoli ha espresso preoccupazione per l’approvazione di un emendamento che, a suo avviso, potrebbe limitare la libertà di informazione in ambito giudiziario. Ha inoltre sollecitato una revisione della riforma della diffamazione attualmente in discussione al Senato, sottolineando come la proposta attuale possa ridurre il diritto dei cittadini a un’informazione libera e non disincentivi le liti temerarie.

La presidente Meloni, nel suo intervento, si è scusata per i rinvii della conferenza, attribuiti a motivi di salute, e ha negato qualsiasi intenzione di evitare il confronto con i giornalisti. Ha poi discusso l’emendamento alla riforma della diffamazione, precisando che si tratta di un’iniziativa parlamentare sostenuta dal governo, ma non promossa direttamente da esso. Secondo Meloni, l’emendamento mira a riportare l’articolo 114 del codice di procedura penale ai suoi limiti originali, contrariamente alle modifiche introdotte dalla riforma Orlando, che consentiva la pubblicazione delle intercettazioni. La presidente ha enfatizzato che l’emendamento non intende limitare la libertà di stampa, ma cerca di bilanciare il diritto all’informazione con quello alla difesa dei cittadini.

La Premier ha, tra le tante, risposto alle domande relative alle recenti polemiche sul caso di Tommaso Verdini. Ha espresso stupore e preoccupazione per le dichiarazioni che le sono state attribuite su diversi quotidiani, affermando di non averle mai rilasciate, né pubblicamente né in privato. Meloni ha sottolineato la tendenza dei media di inventare affermazioni, ribadendo che non ha commentato la vicenda di Verdini a causa della mancanza di elementi. Ha poi evidenziato l’importanza di attendere il lavoro della magistratura per commentare i fatti concreti piuttosto che le supposizioni. Ha inoltre chiarito che, secondo le sue informazioni, le intercettazioni riguardano il governo precedente e non implicano Matteo Salvini, pertanto non ritiene necessario un suo intervento in aula su questa materia.

Meloni ha poi criticato il tentativo di trasformare fatti di questo tipo in casi politici, sottolineando che l’unico legame di Verdini è con il Partito Democratico (PD), ma senza implicare il coinvolgimento del partito nella vicenda. Ha concluso ribadendo la sua posizione contraria a chi cerca di fare affari con lo Stato italiano e sottolineando che, sotto il suo governo, tali pratiche non stanno trovando spazio. Riguardo al caso specifico di Verdini, ha ribadito la mancanza di elementi per formulare un giudizio, sostenendo la necessità di una valutazione oggettiva delle prove.

https://youtu.be/QEtxQmrGWls

Rispondendo invece a una domanda sui rapporti con gli alleati della coalizione di Governo, Meloni ha sottolineato la propria fermezza nel rifiutare qualsiasi tentativo esterno di influenzare le decisioni politiche, affermando di non essere una persona che si spaventa facilmente. Ha dichiarato di preferire “andare a casa” piuttosto che subire condizionamenti.

Sul rapporto con gli alleati, la Presidente del Consiglio ha evidenziato un’ottima collaborazione, nonostante le inevitabili differenze di opinioni. Ha messo in luce la capacità del governo di risolvere internamente le divergenze attraverso il dialogo e la concertazione.

Poi dopo circa 3 ore di conferenza stampa, un piccolo fuori programma

@hyperbrosGiorgia #Meloni interrompe la conferenza stampa: devo andare in bagno

♬ suono originale – Donato Mola

Meloni ha poi fatto riferimento alle recenti realizzazioni del governo, come l’approvazione delle leggi di bilancio in tempi record, un risultato che non richiede il ricorso alla fiducia. Ha inoltre manifestato fiducia nella stabilità del governo in vista delle prossime elezioni europee, considerando le differenze tra i partiti come un valore aggiunto piuttosto che un ostacolo.

La conferenza stampa integrale

https://youtube.com/live/jgv62bsskE0?feature=share

 

Latest Posts

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
1,696FansMi piace
206FollowerSegui
0FollowerSegui
52FollowerSegui
64,600FollowerSegui
5,112FollowerSegui
30,000IscrittiIscriviti

Società