-0.8 C
Rome
giovedì, Aprile 22, 2021

Aggiornati di recente

Draghi sui vaccini: con che coscienza la gente salta la lista

Conferenza stampa del presidente del consiglio, Mario Draghi al termine di una serie di incontri: nel primo pomeriggio un colloquio con il leader della Lega, Matteo Salvini che ha definito l’incontro Con Draghi “utile e costruttivo. I dati detteranno il calendario delle riaperture, il premier concorda”.

Su questo incontro c’è da segnalare una risposta che il premier darà in conferenza stampa e che abbiamo enfatizzato con questo Tweet. Riguarda il ministro Roberto Speranza.

Poi alle 16.00 la conferenza straordinaria unificata Stato-Regioni (con ANCI e Upi) sul RecoveryPlan. Per il governo presenti il premier Draghi e i ministri Gelmini, Colao, Franco, Speranza, Lamorgese, Brunetta, Franceschini.

Al termine il presidente del Consiglio incontra i giornalisti accreditati nella sala polifunzionale, per rispondere alle domande (conferenza inizialmente convocata alle 18.00, poi slittata alle 18.30)

“La disponibilità di vaccini non è calata, i numeri sono come prima di Pasqua, sta risalendo secondo il trend previsto. Non ho dubbio sul fatto che gli obiettivi vengano raggiunti”.

Il premier ribadendo l’obiettivo di vaccinare entro aprile tutti gli ottantenni ha sottolineato ancora una volta che le decisioni sull’immunizzazione delle fasce di età, sono “centrali” per le riaperture, perché “se riduciamo il rischio di morte nelle classi più esposte, si riapre con più tranquillità” e l’obiettivo è “riaprire in sicurezza”, ma ancora non c’è una data. La stagione turistica potrebbe partire a giugno “e magari anche prima”.

Draghi non si risparmia coi giornalisti. Risponde su tutto e a tutti con franchezza, anche quando gli chiedono un commento sullo sgarbo di Erdogan nei confronti della presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen.

Qui la registrazione integrale in video

Disponibile anche la versione audio in Podcast

Latest Posts

spot_img

In primo piano