9.2 C
Rome
martedì, Maggio 11, 2021

Aggiornati di recente

Cosa ha detto Mattarella inaugurando la piattaforma digitale Dante.Global

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha partecipato, a Palazzo Firenze, alla cerimonia di inaugurazione della piattaforma digitale “Dante.Global“, progettata e realizzata dalla Società “Dante Alighieri”” per la promozione della lingua e la diffusione della cultura italiana nel mondo, nel quadro delle iniziative che commemorano Dante Alighieri a 700 anni dalla sua scomparsa.

Dopo il saluto del presidente della Società Dante Alighieri, Andrea Riccardi, sono intervenuti Benedetto Della Vedova, Sottosegretario di Stato per gli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale, e Giulio Ferroni, critico letterario e storico della letteratura italiana.

La cerimonia si è conclusa con l’intervento del Presidente Mattarella

“La prima riflessione” ha detto il capo dello Stato, “è che, pur in presenza di una drammatica pandemia – improvvisa nel suo insorgere e veloce nella sua diffusione in tutto il mondo – è possibile non fermarsi, non chiudersi in se stessi, ma continuare nella propria attività svolgendo la propria missione e trovando strumenti innovativi. Ne è una conferma questa piattaforma Dante.global che consente di affiancare alla rete tradizionale la rete digitale”.

“Naturalmente” ha aggiunto Mattarella “questa non sostituisce le persone, condizione fortunatamente impossibile, e non supera la preziosa formula dei comitati diffusi in tutti i continenti ma, affiancandoli, consente loro strumenti nuovi, un sostegno immediato nell’emergenza sanitaria e uno strumento nella nuova normalità, cui approderemo da qui a poco, per svolgere con maggiore efficacia, globalmente, le proprie attività”.

Dopo aver sottolineato che “il digitale consente di offrire in tempo reale un’immagine degli elementi che il nostro Paese presenta, con la bellezza dei suoi territori e dei suoi luoghi, con i prodotti e i caratteri del modello di vita italiano, con la sua cultura” a quanti “sono aspiranti italiani, a quanti, cioè, apprezzano la nostra cultura e il nostro modello di vita in tutto il mondo. Ed è una platea amplissima, davvero”.

 

Latest Posts

spot_img

In primo piano