3.7 C
Rome
domenica, Ottobre 24, 2021

In primo piano

Nuovo decreto Covid, conferenza stampa di Mario Draghi con i ministri Speranza e Cartabia

Draghi: “Il Green Pass non è un arbitrio, è una condizione per tenere aperte le attività economiche”

Speranza: “Tre i contenuti principali in questo decreto: la proroga dello stato di emergenza al 31 dicembre 2021. Il cambio dei parametri per le zone regionali. Il parametro decisivo, non è più l’RT come stato fino ad oggi, ma il tasso di ospedalizzazione. Le oltre 63milioni di dosi somministrate ci consentono questa modifica. Il terzo ambito sul quale interveniamo è il Green Pass, che viene esteso ai servizi di ristorazione per il consumo al chiuso, per gli spettacoli, competizioni, piscine, palestre, fiere, sagre ecc…”.

Poi le domande della stampa a partire dalla fiducia in parlamento sulla riforma della Giustizia: “non solo Conte, qui nessuno vuole sacche di impunità”.

Un giornalista di Repubblica chiede a Draghi di commentare le parole di Salvini (“under40 inutile vaccinarsi”). Il premier risponde ricordando che “l’appello a non vaccinarsi è un appello a morire. Senza vaccinazione poi si deve chiudere. Tutto”.

Nel nuovo decreto restano confermate le anticipazioni: Il Green Pass entrerà in vigore fra 2 settimane, ovvero dal 5 agosto prossimo per dar tempo di adeguarsi, servirà per accedere agli stadi, cinema, teatri. Le discoteche restano chiuse. Prezzo calmierato per i tamponi.

Per quanto riguarda le zone di emergenza regionale, si va verso il cambio dei parametri. Secondo le anticipazioni, se si arriverà al 10% delle terapie intensive occupate, la regione interessata, passerà in Zona Gialla. La soglia prevista per le ospedalizzazioni sarà del 15%. Si va in Zona Arancione con il 20% (intensive) e 30% (ospedalizzazioni), In Zona Rossa invece con il 30% (intensive) e 40% (ospedalizzazioni).

 

Versione Podcast audio

Latest Posts

spot_img

Social