Home Europa La saggezza e l’audacia. Discorsi per l’Italia e per l’Europa

La saggezza e l’audacia. Discorsi per l’Italia e per l’Europa

0

Al Teatro Quirino di Roma, lunedì mattina c’erano diverse personalità europee di spicco alla presentazione del libro-raccolta “La saggezza e l’audacia” che contiene i discorsi “per l’Italia e per L’Europa” del compianto Presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli.

Molta commozione tra chi è intervenuto, a partire dalla Presidente della Commissione Europea, Ursula von del Leyen, Romano Prodi ed Enrico Letta. All’iniziativa erano presenti tra gli altri anche i due ministri Raffale Fitto e Antonio Tajani. In platea i familiari di Sassoli, Alessandra con i figli Livia e Giulio.

La Presidente della Commissione europea ha ricordato in particolare, uno dei discorsi pronunciati da Sassoli che ha definito “indimenticabile”. Era l’estate del 2021 “David mi chiese di accompagnarlo in visita all’ex campo di concentramento di Fossoli. Un luogo in cui i soldati nazisti massacrarono decine di partigiani italiani che combattevano per la libertà di tutti noi. Il discorso di David a Fossoli era una lettera d’amore per l’Europa. La nostra Unione, disse, è nata in risposta all’orrore dell’Olocausto e della guerra. Quindi rivolse una domanda semplice ma incisiva: “Vi siete mai chiesti perché i regimi autoritari, tutti, temono così tanto l’Europa? Non facciamo la guerra, non imponiamo il nostro modello. E allora, perché si preoccupano di noi? Vi è un solo motivo. I valori europei mettono paura, perché le libertà consentono uguaglianza, giustizia, trasparenza, opportunità, pace. E se è possibile in Europa, è possibile ovunque. Non dimentichiamoci di quello che siamo, di quanta voglia di Europa vi è nel mondo.” Questo accadeva mesi prima che la Russia cominciasse la sua guerra di aggressione contro l’Ucraina – un paese e un popolo che avevano deciso di abbracciare i valori europei. Oggi sembra una profezia”.

David non avrebbe mai tollerato la corruzione, se fosse qui, lotterebbe con tutto il suo vigore per l’onestà e contro le ingerenze straniere nella nostra democrazia, proprio come stanno facendo gli attuali vertici del Parlamento europeo.

 

Exit mobile version