6.4 C
Rome
venerdì, Aprile 19, 2024

Correlati

Lampedusa, Meloni e von der Leyen e la crisi migranti

Le due leader si confrontano con la situazione critica dell’isola, tra proteste dei cittadini e strategie a lungo termine per affrontare il fenomeno migratorio

L’isola di Lampedusa è stata, una volta di più, il teatro di un incontro istituzionale di alta rilevanza. La presidente del Consiglio italiano, Giorgia Meloni, e la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, sono state accolte in un sopralluogo che ha incluso visite all’hotspot per migranti e al molo di Favaloro, entrambi epicentri della persistente crisi migratoria nel Mediterraneo.

L’arrivo delle due leader è stato curato dal presidente della Regione Sicilia, Renato Schifani, e dal prefetto di Agrigento, Filippo Romano. Ad accompagnarle, anche il ministro dell’Interno italiano, Matteo Piantedosi, e la commissaria europea agli Affari interni, Ylva Johansson. La delegazione ha effettuato un’ispezione dettagliata della struttura dell’hotspot, nota per essere un punto di trattenimento per i migranti appena sbarcati sull’isola. Successivamente, il gruppo si è spostato al molo di Favaloro, tristemente noto come il “cimitero dei barchini” per la quantità di imbarcazioni in disuso che hanno trasportato migranti dal Nord Africa.

Un momento di tensione è stato registrato quando un gruppo di cittadini lampedusani ha bloccato il passaggio della comitiva, esigendo un dialogo diretto con le autorità. In risposta, sia Meloni che von der Leyen e Piantedosi hanno affrontato i manifestanti, riuscendo a placare gli animi e a proseguire il percorso.

Nel corso di un punto stampa, la Premier Meloni ha sottolineato l’urgenza di affrontare il fenomeno migratorio su scala europea e globale. Ha annunciato che l’Italia porterà questi temi al Consiglio europeo di ottobre, evidenziando l’importanza di un coinvolgimento attivo delle Nazioni Unite.

Dall’altro lato, la presidente von der Leyen ha delineato una serie di azioni immediate, tra cui il rafforzamento del supporto dell’UE all’Italia attraverso l’European Union Asylum Agency (EUAA) e Frontex, la promozione del rimpatrio, il miglioramento delle misure di sorveglianza e il rafforzamento delle capacità di prevenzione e controllo dei flussi migratori in accordo con i paesi di origine e di transito.

L’incontro rappresenta un punto di svolta nel dialogo tra Italia e Unione Europea sulla crisi migratoria. Entrambe le parti hanno riconosciuto la necessità di azioni coordinate, sottolineando come la questione non riguardi solo i paesi di frontiera, ma coinvolga l’intero continente e necessiti di soluzioni a lungo termine e condivise a livello internazionale.

Ascolta in versione Podcast (Link)

Latest Posts

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
1,696FansMi piace
204FollowerSegui
0FollowerSegui
52FollowerSegui
65,000FollowerSegui
5,112FollowerSegui
28,300IscrittiIscriviti

Società