14.7 C
Rome
martedì, Maggio 17, 2022

In primo piano

Le ulteriori sanzioni europee in reazione all’invasione russa dell’Ucraina

Le dichiarazioni rese alla stampa sabato sera dalla presidente della Commissione Europea  Ursula von der Leyen sulle ulteriori misure per reagire all’invasione russa dell’Ucraina

A poche decine di chilometri dal confine orientale dell’UE, l’esercito russo sta compiendo azioni barbare durante l’invasione dell’Ucraina. Sta bombardando e lanciando attacchi missilistici, uccidendo persone innocenti.

Allo stesso tempo, il mondo intero sta assistendo alla resistenza determinata e coraggiosa dell’esercito e della popolazione ucraini.

Mentre le forze russe scatenano il loro assalto a Kiev e ad altre città ucraine, siamo determinati a continuare a imporre costi alla Russia che isoleranno ulteriormente la Russia dal sistema finanziario internazionale e dalle nostre economie.

In coordinamento con il presidente Biden, il presidente Macron, il Bundeskanzler Scholz, il primo ministro Draghi, il primo ministro Trudeau e il primo ministro Johnson, abbiamo considerato un significativo inasprimento della nostra risposta internazionale.

L’Unione Europea e i suoi partner stanno lavorando per paralizzare la capacità di Putin di finanziare la sua macchina da guerra.

Proporrò ora ai leader dell’UE le seguenti misure:

In primo luogo, ci impegniamo a garantire che un certo numero di banche russe venga rimosso da SWIFT. Ciò garantirà che queste banche siano disconnesse dal sistema finanziario internazionale e danneggino la loro capacità di operare a livello globale.

SWIFT è il sistema di pagamento interbancario globale dominante al mondo. Tagliare fuori le banche impedirà loro di condurre la maggior parte delle loro transazioni finanziarie in tutto il mondo e bloccherà efficacemente le esportazioni e le importazioni russe.

In secondo luogo, impediremo a Putin di usare il suo forziere da guerra. Paralizzeremo le attività della banca centrale russa. Questo bloccherà le sue transazioni. E renderà impossibile per la Banca Centrale liquidare i suoi beni.

E infine, lavoreremo per vietare agli oligarchi russi di utilizzare le loro attività finanziarie sui nostri mercati.

Tutte queste misure danneggeranno in modo significativo la capacità di Putin di finanziare la sua guerra. Avranno un impatto erosivo sull’economia.

Putin ha intrapreso un percorso con l’obiettivo di distruggere l’Ucraina, ma quello che sta facendo, in effetti, è anche distruggere il futuro del suo stesso Paese.

Latest Posts

spot_img

Social