10.1 C
Rome
sabato, Ottobre 23, 2021

In primo piano

L’ottobre rosso di Luciana Lamorgese

La responsabile della Sicurezza del Paese si prepara ai prossimi giorni: dall’entrata in vigore del Green Pass nei luoghi di lavoro al G20, passando per le manifestazioni di Roma dei giorni scorsi.

Il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha presieduto oggi al Viminale il Comitato Nazionale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, a cui hanno partecipato, oltre al sottosegretario di Stato Nicola Molteni, i vertici delle Forze di polizia e degli organismi di informazione e sicurezza, il Prefetto e il Questore di Roma.

Nel corso della riunione è stato esaminato l’andamento delle manifestazioni di protesta di sabato 9 ottobre e delle connesse criticità sul piano dell’ordine pubblico con un’ampia analisi delle relative cause.

Il ministro dell’Interno ha sottolineato la necessità che nel prossimo e impegnativo periodo “connotato dalla prosecuzione delle manifestazioni di protesta collegate alle misure governative di contenimento della diffusione del Covid-19 e dallo svolgimento del G20 a Roma” le forze di polizia intensifichino le attività di prevenzione delle possibili cause di turbativa, con il rafforzamento dei dispositivi di osservazione e di vigilanza del territorio e degli obiettivi sensibili nonché dei servizi di monitoraggio dei siti web e dei social network, anche per garantire a tutti la libertà di manifestare pacificamente e nel rispetto delle regole.

Per assicurare lo svolgimento in sicurezza del G20, è stata anche condivisa l’esigenza di implementare di 500 unità aggiuntive delle Forze armate il contingente dell’Operazione “Strade Sicure”.

Inoltre, per quell’occasione, sarà incrementata la sorveglianza e la difesa dello spazio aereo della Capitale attraverso il concorso di assetti specialistici, ivi incluso il sistema anti-drone, delle Forze armate.

Alla Camera invece, il ministro Lamorgese ha partecipato al Question Time, dove ha fornito chiarimenti – interroganti i deputati di Fratelli d’Italia – in merito alla gestione dell’ordine pubblico in occasione delle manifestazioni di Roma del 9 ottobre scorso e in ordine allo “scioglimento di associazioni sovversive”.

Su questo tema ieri il presidente del Consiglio Mario Draghi, rispondendo alla stampa, aveva già anticipato che il Governo, in particolare su Forza Nuova “ci stava pensando”.

Di seguito lo scambio tra Giorgia Meloni e il ministro dell’Interno Lamorgese

Latest Posts

spot_img

Social